lunedì 5 novembre 2012

Figli comunque

In questi 2 giorni in cui non ho postato nulla (ma ho letto tutti i blog amici e commentato qua e là) sono stata molto coi miei genitori. Essere figlia, solo figlia, sapendo che non sarò mai genitore mi colloca in una
dimensione strana. Ne parlavamo con Clara. Mi sento un'adolescente quarantenne mentre rimango incastrata tra il sedile e la portiera della loro auto a 3 porte. Mi dimentico sempre che non ho la portiera e tento di farmi un varco nella lamiera.  Ma soprattutto si dimentica mia mamma e mi chiude la portiera sui denti. Giro per il supermercato valtellinese con lei e ammira il mio modo di fare la spesa, allora penso: "non son più una ragazzina, ho persino qualcosa da insegnare nella gestione della casa."
Ognuno ha il suo percorso e comunque vada lo deve fare. Punto. Magari a ginocchioni, segnando la strada con le lacrime ma si va avanti. Oggi è un giorno impegnativo per chi, come me, non ha avuto la fortuna di desiderare un figlio e averlo nel giro di poco. Non è più  il momento di polveroni e ingarbugliamenti, è solo tempo di cuore gonfio, sms e notizie, che, come dice sempre Clara, lo scirocco ce le porti buone. E' una splendida giornata tersa, dopo tanta pioggia. Di quelle in cui la vita si riaffaccia pick pick urrah! E Eta beta. Ve la ricordate Eta beta? Col gonnellino pieno di sorprese? Si nutre di (p)naftalina, dorme sui pomoli del letto ed è tanto simpatica.
E anche noi oggi ci riprogrammiamo su un nuovo progetto forse non proprio genitoriale, ma comunque importante. Aderiamo all'iniziativa di un'associazione locale che offre soggiorno ai bambini dell'area Chernobyl. Vengono ospitati per un mese (di solito giugno) in famiglia, e trascorrono la giornata, dopo la colazione e prima della cena,  in un centro di accoglienza con giochi e attività. Se tutto va bene, io e Emanuele saremo una di queste famiglie!
Sono felice che la data per la prima riunione ci sia stata comunicata proprio oggi, giornata decisiva per blog amiche a me care!
Vi abbraccio!

51 commenti:

El_Gae ha detto...

Scopro che Eta Beta fosse femmina. Lo credevo maschio. In bocca al lupo per i bimbi di Cernobyl (così li chiamavamo quando venivano in piscina d'estate e facevo il bagnino).

Libby ha detto...

Una gran cosa, una cosa ammirevole... si cerca di essere mamme nell'anima, anche se mamme non lo siamo per davvero!!! Un bacione.

Clara ha detto...

Lo scirocco comincia a portare belle news, w lo scirocco
anche questa, cara amica mia, mi sembra una bella notizia: ospitare uno di quei bambini (o di quelle bambine) è una cosa grande.
Ti abbraccio, e ti medico le ginocchia sbucciate dalla vita

Robin ha detto...

Anche qui sono in attesa di notizie :)
Hai proprio ragione: non possiamo scegliere il nostro percorso più di quanto possiamo scegliere le carte in una partita. Lamentarsi non serve a molto: tanto vale giocarsele al meglio e portare a casa una mano, se non proprio la partita.
L'idea di ospitare un bimbo di Cernobyl è perfetta :))

AdeliaElWakil ha detto...

sarà un'esperienza che vi arricchirà moltissimo

in bocca al lupo

Adelia

mamma mia ha detto...

sarà una bella esperienza. Sei davvero una donna forte, quando il destino ti blocca una strada sei pronta ad imboccarne un altra con una grinta da far invidia a un sacco di persone!

stefania ha detto...

Sai che ero convintissima che eta-beta fosse maschio ?

chiara.bc ha detto...

Allora in bocca al lupo a te, al marito mezzo greco e alle altre tue blog amiche in giornata decisiva...
Io oggi il mio pizzico di fortuna l'ho avuto (su una cosa molto meno importante, ma rischiava di essere molto dispendiosa), pertanto spero sia una giornata splendente anche per voi :-)

Silvia ha detto...

Oggi ho amato Eta Beta, credo per il tuo stesso motivo! I bimbi di Chernobil sono fortunati a passare un po' di tempo con te e il tuo Emanuele, si porteranno sempre dietro un gran bagaglio di forza e coraggio! Sei unica.

viola ha detto...

Ciao. Una mia conoscente ospita da anni, ogni estate, una ragazzina di Chernobil. Era bimba quando hanno iniziato ed ora è una signorina.
Si è creato un bellissimo rapporto e durante l'anno le manda per posta dei pacchi regalo (con dentro dei dolci). Sarà una bellissima cosa vedrai.
Un abbraccio forte forte.

ero Lucy ha detto...

Anche per me Eta Beta era un maschio, ma resta il fatto che questo proposito e' bello, e nobile, e coraggioso esattamente come lo siete voi. Vi abbraccio forte.

monica ha detto...

Anche io pensavo EtaBeta fosse pmaschio!! Bellissima l'iniziativa a cui aderite, anche qui da noi in tanti lo fanno; la maestra della mia nr.2 oramai da tantissimi anni ospita la stessa bimba e il loro legame è proprio bello; un abbraccio.

Robin :D ha detto...

Che coincidenze!
Un in bocca al luppolo e un grosso abbraccio!

sfollicolatamente ha detto...

Mi ricordo anch'io i bambini di Chernobyl, e ho sempre pensato che fosse una cosa splendida da fare, bravissimi!!!
Si, lo scirocco porta buone notizie anche a voi, e finalmente, ora ora neee
Mi sto rigirando per la mente l'immagine meravigliosa di Clara, del medicare le ginocchia sbucciate dalla vita <3
(pure per me Eta Beta era mschio O_o)

frida ha detto...

questa è una cosa bellissima! sarà un'esperienza unica. Sono molto felice per voi.

katia ha detto...

Cara Sandra,ti chiedo scusa in anticipo per quello che ti dirò,sarai libera di eliminare il commento,di ribattere,di insultarmi,ma ti devo dire che da quando la tua odissea dell'adozione ha avuto esito negativo,ogni volta che passo da te(purtroppo poco),mi imbatto sempre in post pieni di malinconia e rancore che mi mettono tristezza.Correggimi se sbaglio!!
Non sono sindacabili i sentimenti delle persone,ma spesso ti ho visto scrivere parole di "disprezzo"verso i mammy blog,beh,scusa se te lo dico,ma a volte il tuo blog è stucchevole nel senso inverso.
Capisco la tua delusione di non poter essere mamma è tantissima,ma credimi nella vita c'è di peggio.
Ammirevole la scelta di ospitare i bimbi di Cernobil.
Scusami ancora,ma io quello che penso lo devo dire...non me ne volere....
Katia

Clara ha detto...

@Katia: scusa se intanto ti rispondo io, che sono molto amica di Sandra e conosco bene il suo percorso. Hai davvero cattivo gusto a scrivere questo commento. Nessuno ti obbliga a passare da qui, sai? E sai, anche io sono una che quello che deve dire lo dice sempre :-)
Buone cose, e sii più educata quando vai a trovare le persone!

paola ha detto...

Pure io ti rispondo per quel che hai scritto Katia..... per la tua insensibilità verso chi scrive di se dei suoi sentimenti e delle sue paure dei suoi desideri e sogni...non ho parole....davvero....mah....mi stupisco sempre di dove possa arrivare una persona.................... tornando a Te mia cara Sandra....meraviglioso questo progetto....bellissimo arricchente e prezioso.....incrocio tutto l'incrociabile....e ehm....Eta Beta è un maschio...=^______________^= baci ed abbracci GRANDISSIMIII

Sandra c'era una volta Ilaria ha detto...

@ Clara grazie di cuore, ci siamo già scritte.
@ Katia preferisco lasciar sedimentare il tuo commento, e più avanti se lo riterrò opportuno scriverti in privato. Non ho bisogno che tu mi dica che c'è di peggio nella vita, credo di saperlo da me. Se il mio blog in qualche modo ti ha stancata o non ti piace più nessuno ti trattiene con le catene.

mafalda ha detto...

@Katia, Sandra mi scuserà se mi ci metto anch'io ma le parole mi scaturiscono dalle dita così come sono.
Io ho un mommy blog, eppure, guarda un po' che stranezza, Sandra è un'Amica con la A maiuscola.
Io le voglio bene ma sono anche piuttosto obiettiva, altrove posso anche aver letto parole o atteggiamenti rancorosi, ma qui MAI.
Mi permetto di suggerirti di leggere un po' meglio e di dirti quello che mi fu insegnato tanti anni or sono: un bel tacer non fu mai scritto.

Sadilla ha detto...

carissima... Spero davvero che nonostante tutto arrivino buone nuove... Ammirevole l'iniziativa dei bimbi di Crnobyl...
...ho letto il commetno di Katia, ma per fortuna sia tu che le tue amicha han già risposto... per cui mi astengo...
Ti stringo forte cara... in molti casi un abbraccio vale più di tante parole!!!
Sadi

Fra ha detto...

ma pure io pensavo che eta beta fosse un lui!!!!
a parte questi dubbi amletici...bellissima l'iniziativa dei bambini russi! Io facevo da baby sitter a dei fratellini che avevano ospitato per anni consecutivi questi bimbi e, con uno di loro in particolare Artù...un bimbo stupendo e dolcissimo) hanno creato un rapporto fantastico e duraturo nel tempo! Pensa che ora che ha 18 anni, li viene liberamente a trovare dalla Russia da solo e forse studierà qui all'università!
Io ho avuto la fortuna di condividere questa esperienza in quanto li ho tenuti tutti e 3 assieme e sono stata felicissima di questo. Quell'esperienza mi ha fatto ridere (non sai che castronerie venivano fuori all'inizio con i nostri tentativi di russo...Artù invece imparava l'italiano nel giro di 2 secondi!), mi ha fatto riflettere, piangere, ma soprattutto mi ha lasciato la voglia di fare anche io questa esperienza fra qualche anno!
Bravi bravi e ancora bravi!
Vedrai che bello che sarà!
Un abbraccio!
Fra

Fra ha detto...

mi scuso per la grammatica assurda del commento precedente: mancano virgole, parentesi e ci sono periodi lunghissimi...ma spero che il senso si sia capito ugualmente!
...i miei neuroni sono super raffreddati e impasticcati di tachipirina e brufen...
Ciao
Fra

chiara.bc ha detto...

Sono basita!
Non capisco davvero il senso del commento di Katia... nessuna la obbliga a seguire un blog se non ci si ritrova o non le piace ciò che viene scritto (che siamo, masochisti?).
Aggiunge che non segue spesso, e questo spiega il suo commento fuori luogo... magari ha beccato giusto le due giornate no di tutto l'anno, e per questo si permette di sparare giudizi?
Io non ho un mommyblog, ma i miei figli li caccio dentro come il prezzemolo e non ti ho mai sentito dire che ti ho stufato... eppure di sentir parlare dei figli altrui dovresti averne le tasche piene, ma tu non hai quella cattiveria lì, sai essere amica di chi ha un percorso come il tuo o molto diverso, conscia che da tutti si può trarre affetto e arricchimento.
E io condivido in pieno ♥

Jenisha ha detto...

Notte Frollina bella.

Anonimo ha detto...

Ho conosciuto Sandra di persona. Posso solo dire che è una persona incredibilmente sensibile, generosa, intelligente ed ironica, briosa e simpatica. In una parola: "positiva".
Amo tutti i suoi post, sia quelli allegri, sia quelli malinconici. Non riesco proprio a vederla quella stucchevolezza di cui sopra...
Per fortuna, però, a chi la vede basta un semplice click per cambiare pagina.

Ospitare un bambino è una gran bella cosa. Inutile dirlo. Sono con voi.

Ps Anch'io sono sempre stata convinta che Eta Beta fosse maschio e Marco idem (gliel'ho chiesto ora :) )
Ma se fosse stato un transgender?!? E' una interpretazione possibile, no?!? D'altronde il gonnellino...

Barbara in the sky

sfollicolatamente ha detto...

Katiia, come ti hanno gia' detto le altre, nessuno ti obbliga a venire qui, e poi in questo posto non ci sono MAI stati commenti negativi sui mommy blog.
Come vedi Sandra e' stata una gran signora a lasciare che il tuo commento apparisse e a non insultarti.
Tu non hai fatto altrettanto col tuo commento.
Lascia stare con che qui non tira aria e non sei la benvenuta.

Marzia ha detto...

Qui il vento soffia ancora forte, porta cose buone ne sono certa. Come bambini e adulti che si aiutano a vicenda, succede che siano genitori e figli ma succede anche che arrivino da molto lontano per volersi bene.
Comunque ... sono certa che Eta Beta fosse maschio, mio figlio sta leggendo ora i miei Topolino di 40 anni fa ... ora non mi pare vada più molto di moda ma allora sì, ed era "l'uomo del futuro" ...

alessia ha detto...

Halloween è passato ma vedo che c'è ancora qualche zucca vuota in giro...

Claire ha detto...

Cara Sandra, l'idea di accogliere un bambino di Chernobyl è molto bella. Credo che arricchirà molto entrambi e che il bimbo sarà molto fortunato a poter stare nella vostra famiglia. Ti dirò che ci avevo pensato anch'io ma..in questo momento non mi sento all'altezza:).Per quanto riguarda il commento di Katia..mi è parso fuori luogo, anche perchè non riconosco la Sandra che ho letto fin'ora. Oltretutto, se una persona nel suo blog volesse esprimere sentimenti malinconici (io ne so qualcosa..)perchè non dovrebbe farlo?Chi legge è libero di abbandonare il blog e non verrà rimpianto.
Per quanto riguarda le parole di "disprezzo", penso proprio che abbia le allucinazioni..Ti abbraccio.

alessia ha detto...

E parlando dicose serie mi ha fatto troppo ridere pick pick urrah!

tri mamma ha detto...

Cara Sandra...
perdonami se nonostante tutti i tuoi malinconici post continuo a passare di qua! Sai, non te l'ho mai detto, ma sono un po' masochista e mi piace quando "mi disprezzi e mi porti rancore" (o forse non sono un mummyblog!?) ;P.
Perdonami anche per il fatto di non ricordare chi sia "Eta Beta"!
(ma ora googlo, prometto!)
Per l'incipit del post (si dice così?)... mia madre continua a ritenere non adeguate le nostre economie familiari (mia sorella conta 25 anni di matrimoni). Questo per dire che si rimane comunque, sempre, perennemente figli !

Per il vostro progetto, sai già come la penso! Siete grandiosi!

E se lo scirocco le porterà buone, credo che sarai tra le prime a mascherare la tua malinconia e ad esserne contenta!

tri mamma ha detto...

Un abbraccio!

Marica ha detto...

ma che bello... che bel progetto, davvero lodevole!!!!!!

Alessandra ha detto...

...mumble mumble...ma sarai libera di scrivere sul tuo blog=diario quel che ti pare???l'ultima volta che ho controllato l'Italia era un paese libero...per il resto goditela tutta questa nuova esperienza sarà meraviglioso!!!

Luciana ha detto...

Sandra io faccio il tifo per voi!!
é una iniziativa fantastica e credo che questa esperienza non possa essere più che positiva!!
Un bacio

Stefy ha detto...

ciao sandra..
una bella iniziativa che certamente vi arricchira'..
stefy

raffaella ha detto...

Tesoro, sorvolo sulla polemica scatenata da Katia che davvero mi lascia esterefatta. Spesso la gente non sa quello che dice o scrive. La delicatezza dei tuoi post non è mai, e dico mai generata in rancore. La tua nostalgia ha un senso profondo e nonostante il dolore non sei mai stata "negativa". La tua infinita dolcezza ha sempre dato a noi altre la sensazione di averti vicina, comunque. La nobiltà del tuo animo sovrasta di molto la statura di tante di noi. Mi rendo conto che la bellezza non è per tutti.
Ti abbraccio cara amica, il bambino/a che verrà da voi conoscerà la parte bella delle persone.
Raffaella

allafinearrivamamma ha detto...

Puntualmente, nei ns blog, intendo quei blog in cui ci si mette a nudo, ci si spoglia, si mettono in piazza le paure, i dubbi, le angoscie, ma non solo, insomma si racconta del proprio io, così come sappiamo fare, arriva qualcuno che "deve proprio dire quello che pensa" anche se nessuno glielo ha mai chiesto. D'altra parte uno può dire, scrivi pubblicamente, che uno deve per forza essere daccordo con te?
Risposta:
sI.
Si, nel momento in cui i commenti parlano di una parte di te che viene letta sul blog. Solo una parte, non il tutto di te.
E dire che "questa cosa la dovevi proprio dire" non è che giustifica il giudizio che ti sei fatta della persona che hai deciso di mettere al rogo.
Si parla di figli, di assenza di figli, eh si, permettimi cara Katia, questo è un dramma, e c'è di peggio, dici tu, ma non sta a te dirlo. I dolori non si mettono a confronto, mai.Soprattutto quando non si conosce davvero tutto dell'altra persona.
Sono entrate a gamba tesa gratuite e che non portano da nessuna parte. Provocano il dissenso nei commenti e la persona in questione poi non replica mai, mai, perchè poi confrontarsi davvero non è affatto la vera intenzione.
Gratuito e spregevole il tuo commento. Non ho altro da aggiungere.

AdeliaElWakil ha detto...

oh che bello @Katia

ci serviva proprio un parere illuminato!
Cos'è? la tv non funziona e non puoi guardare la tua telenovela preferita?
hai finito la nutella e ti devi sfogare con qualcuno?
non hai niente di meglio da fare che leggere cose che apparentemente non ti interessano però le leggi, sarai mica masochista?!

la prenderò con ironia..
Sandra, sei famosa, hai un troll!

Adelia

mely ha detto...

Arrivo per ultima ma arrivo.
Inizi con un mese, poi magari due e crei un legame che dura nel tempo.
Diventerete i suoi genitori italiani.
In bocca al lupo

La Simo ha detto...

E' molto bello che abbiate deciso di aprire la vostra casa e il vostro cuore ad un bimbo bisognoso.
Un abbraccio a te... non al tuo troll.
Simo :-)))

La Donna della Domenica ha detto...

Mrs Frollins.. buondì!

Lo sai che commento di rado perchè mi sento sempre inadeguata, però vorrei replicare a quanto scritto da Katia.
Lo faccio qui perchè "conosco" te e non lei...

Vorrei dire solo due cosette e poi vado a stirare (invidiatemi)!

Primo: raramente (leggi: mai) ho trovato una persona con i tuoi trascorsi che si riesce a rapportare con tanta leggiadrìa, cortesia e simpatia nei confronti di quelli che definite mommy blog (ma che sono in definitiva i mommy blog?).
Io dopo gli aborti spontanei e l'extrauterina mi ero incarognita ed incattivita a tal punto che avrei preso la laurea in hacker per elimare certi siti!

Secondo. Non è che "pensare che ci può essere di peggio ci fa vedere le cose sotto un'altra prospettiva" (citando Katia dal suo post).
E che ca.. non ci possiamo mica sempre consolare pensando a chi sta peggio!!
Io perlomeno non ci riesco e non è facendo leva su questi sentimenti che mi sono "aiutata" nei periodi bui!
Ed ha perfettamente ragione "ero Lucy" quando scrive che non si dimentica MAI!
Mio marito mi dice che il passato è passato, e che si devo solo guardare avanti perchè rimuginare non porta niente di buono. Ma non si possono cancellare certi trascorsi. Passa solo il dolore fisico.
Altri dolori non si dimenticano.

Ed ora me ne uscirò con una frase fatta che ho sempre odiato ma che è la verità: purtroppo se non si passa per certe esperienze non si possono comprendere.
Ed io non le auguro a nessuno certe esperienze!

Credo che tu stia facendo un ottimo lavoro Sandra, e ti invidio per le capacità di recupero che stai dimostrando. Perchè come sei sempre onesta e sincera nei tuoi post più "dolcemente malinconici" (passami la definizione), così lo sei anche in quelli dove racconti della tua rinascita, del tuo quotidiano e delle tuo avventure con i Frollini on tour!

E comunque... io aspetto con ansia l'uscita del nuovo romanzo!

PS: grazie dei commenti! Te lo mando il .pdf dell'orsacchiotto?

Libby ha detto...

Mi ci metto pure io, ma solo per fare un appunto.... la frase che sento spesso è "Capisco che tu...".
NO... NO... se non si è nei panni di una persona che ha combattuto per avere un figlio (che sia con PMA o adozione poco importa) e perso... non puoi e non potrai MAI capire!
E comunque Sandra è una grande. Punto!

Miss ha detto...

...Sandra non si tocca...e lei lo sa che mordo quando questo succede!!!! Cara Katia, se il tuo cammino è sempre stato liscio come l'olio, non rompere le scatole a chi ha avuto difficoltà nella vita. non sei giudice della vita e dei pensieri degli altri...se non ti va il blog....aria.....di amici Sandra non ne ha bisogno, come vedi siamo tanti...e tu troverai sicuramente qualche altro blog dove insultare altre persone...ADDIO!!

Miss ha detto...

Scusa Sandra se ritorno...ma volevo che quel commento fosse "dedicato"...ovviamente appoggio la vostra decisione, siete unici e sai che capisco davvero!!! Bacioni

Clara V ha detto...

Perdono arrivo dopo dopo. Perdono che Eta Beta non mi ero mai posta la domanda se fosse maschio o femmina, del resto solo in etá adulta ho realizzato che Gargamella é maschio (per me il nome finiva con A e quindi era femmina). Ospitare i bimi di Chernobil é una iniziativa molto bella, loro ne hanno davvero bisogno e ho sentito diverse storie di legami profondi che si sono creati.
Riguardo Katia... Non ho letto tuttii commenti successivi, ma quello che volevo aggiungere é che il lutto, e il tuo lo é, ha i suoi tempi, che non sono sindacabili. Ci sono un paio di blogger che seguo che hanno da qualche tempo perso una persna cara, e ne scrivono, anche se sono passati mesi. Cosa bisognerebbe dire allora: lo so che tuo padre é morto ma passa oltre che ci hai rotto? Katia ha perso davvero un'ottima occasione per stare zitta.

ero Lucy ha detto...

#Clara V: il mio ex marito ebbe il coraggio di dirmelo due settimane dopo che era morto mio padre. C'e' gente cosi' al mondo, che ci vuoi fare.

giovanna ha detto...

Io sono una mamma, ma non per questo non apprezzo Sandra e cio' che scrive, anzi...mi piace il suo tono sempre lieve, dolce, positivo e combattivo!
L'iniziativa che riguarda i bimbi di Chernobil e' molto bella, brava!!!!
Un abbraccio forte forte Gio'

ha detto...

Vi auguro di poter concretizzare questa esperienza di affido temporaneo, nella mia città molti lo fanno e anche solo osservando queste nuove famiglie al parco giochi arrivano molte energie positive.

A margine: sono mamma, tra le altre cose, ma resto figlia lo stesso e la mia di mamma a volte dimentica che sono grandicella ;) e anche io poi mi stupisco e inorgoglisco di poter condividere con lei qualche mia competenza domestica, mi sono riconosociuta molto in queste righe, e questo mi sembra un blog accogliente.

Incrociavo Sandra da un po' nei commenti su altri blog che seguo - alcuni di mamme e mi colpisce sempre come sia gentile e affettuosa - e sono contenta che Lucy col suo best della settimana mi abbia dato un motivo per passare di qui e finalmente leggerti sul tuo blog.

In bocca al lupo per tutto! :)

annaelle ha detto...

Bellissima iniziativa! Quest'anno l'ha fatto un mio collega.