mercoledì 25 gennaio 2012

Terremoto

Sì, l'odierno terremoto l'ho sentito, anche se al momento non ho capito tanto bene cosa stesse succedendo. Ero nell'ufficio di una collega e non ci siamo spaventate per niente.
E la mente è tornata al 1976, alla grande tragedia del Friuli. Epicentro Gemona, in Carnia, vicino al paese d'origine di mio padre. E io in seconda elementare il giorno seguente scrissi (testuali parole):
"mio papà e i suoi fratelli sono partiti subito per vedere se il nonno o la nonna sono morti!"
I nonni sopravvissero, distrutta la casa, cominciò il terremoto dei vivi e la ricostruzione.
Se penso alla bambina che ero piango ancora, la bambina che trasformava in scrittura ogni emozione e dolore.

15 commenti:

Cristina ha detto...

Queste cose mi creano un'ansia tremenda... Qui a Roma si è sentito, ovviamente in modo live, quello de L'Aquila...
Che brutte cose!!!
Cristina

chiara.bc ha detto...

Ti ringrazio per aver avuto un pensiero anche per me oggi... sei davvero una bella persona!

*Alice* ha detto...

anch'io l'ho sentito, sia stanotte che questa mattina...non mi sono spaventata come altre volte certo che non è mai una bella sensazione!! ci si rende conto di quanto siamo in balia della natura!
un abbraccio cara, lieta che i tuoi nonni quella volta non si siano fatti nulla..direi che al casa è già stato fin troppo!!!
XXX
Alice

Maya980 ha detto...

Come sempre le tue parole arrivano dritte al mio cuore..
Un abbraccio.
Silvia

Silvia ha detto...

Anch'io mi ricordo la tristezza di quei giorni del terremoto in Friuli. Insieme al rapimento di Aldo Moro e' l'evento di attualità che più ha turbato la mia infanzia e che mi ha sempre fatto pensare con repulsione agli anni 70. Altro che revival! Solo che mi sa che ora siamo messi anche peggio!
Un abbraccio. Silvia

Lucy van Pelt ha detto...

Cristina intendevi dire "lieve"? Non so in quale parte di Roma tu abiti, ma a me m'ha buttata giu' dal letto, e la terra ha tremato fino a luglio. Ho sentito TUTTE le scosse di assestamento.
Il terremoto mi mette addosso un'ansia terribile. Pensa che anche ora che sono in una terra piatta come un sandalo, e non e' zona sismica, se sento una vibrazione il primo pensiero e' "oddio il terremoto!"

Cristina C. ha detto...

Qui giornata movimentata. Non sto a dilungarmi, ma il primo epicentro era a casa mia praticamente. Ma quello che mi ha più scosso è stato sapere che mia figlia piccola ha avuto paura ed ha pianto, finchè li facevano mettere sotto i banchi per la scossa delle 9 e qualche minuto. Io comunque alle 11 ho mollato banca e tutti e sono tornata dalla mia famiglia. Tranne la grandhe che a Padova non si è accorta di nulla ma era preoccupata per noi. Brutta sensazione non sapere cosa fare per salvare i propri cari e se stessi.

Lian ha detto...

vi sono vicina con affetto ... io ho vissuto, in tutta la sua tremenda potenza, il terremoto de L'Aquila di, quasi, tre anni fa. Le scosse ancora ci sono, viviamo quasi tutti con la valigia pronta, ma, nonostante tutto, siamo qui... l'importante è essere pronti ad ogni evenienza... noi purtroppo l'abbiamo imparato con l'esperienza....... FORZA, FORZA!!!

Libby ha detto...

Io ero troppo piccina per ricordarmene, ma i miei me ne parlarono tanto. QUando si preparavano le scorte alimentari e si partiva per il Friuli ad aiutare....

Robin ha detto...

Anch'io ho sentito il terremoto di ieri (che tra l'altro aveva epicentro qui vicino ;)) senza tanta agitazione, anzi sono rimasta al computer a lavorare!
Però non ho vissuto l'esperienza del Friuli: il terremoto più forte che ho sperimentato è stato quello del '96

Gio ha detto...

Anche a me ieri è mancato il fiato x quei lunghissimi 8 secondi che qui all'11° piano del mio ufficio sono stati spaventosi!

RobbyRoby ha detto...

Ciao
anche qua a Cremona ho sentito la scossa di terremoto. Devo dire che mi sono spaventata. La mia cagnolona Hay Lin invece dormiva tranquillamente sulla sua cuccia. Si è agitata poi quando ha visto che io mi sono spaventata, ma durante la scossa dormiva beata.

Rossella ha detto...

Anch'io ricordo il terremoto del 1976, ed incredibilmente e' positivo, mio padre che prende in braccio mia sorella e me per mano e ci porta fuori, mi sono sentita protetta.

Arianna ha detto...

mamma mia il terremoto.......ieri mattina, dopo la scossa, è stato inevitabile riflettere su chi ha vissuto un terremoto disastroso, vedi L'Aquila o Fukushjma...improvvisamente mi sono sentita molto fortunata!

MondoLili ha detto...

Io nn l'ho proprio sentito!! Cmq penso che sei una persona fortunata..tante persone tengono pensieri, dolori ed emozioni tutti dentro.. tu riesci a scriverli e quindi li butti fuori..
Un baciotto
lidia
(grazie del sms a chiara..ero assieme con lei!!)