martedì 11 settembre 2012

Notte prima della prima

E' una notte magica, un po' come quella di Natale, ma questa avviene una sola volta nella vita!
Avevo pensato di farti un regalo per l'occasione, ma da quando tua mamma ha una cartoleria la faccenda si è complicata ulteriormente, già mi è capitato di non azzeccarci proprio al compleanno. Ricordi quando mi hai detto: "ma questo è per un bimbo piccolo?" Fortuna che hai una sorellina: si impossessò con gioia di quella valigetta da dottore. Forse un gioco? Oh, ne hai già fin troppi. La sobrietà è un bell'obiettivo da perseguire - pensa zia - ma poi guarda il suo armadio pieno di borse e pensa che anche predicare bene e razzolare altrettanto bene sarebbe un bell'obiettivo. Niente moralismi dunque, e be' anche niente regali.
Magari un post. Si può stampare e conservare per gli anni a venire. Potrai leggerlo da te, non appena avrai imparato. Presto, sarà presto lo so.
Domani è il tuo primo giorno di scuola Nanni carissimo. Non sei più Pimpy, non sei più bimbo-Nanni, forse sei ancora Nanni, ma credo che Giovanni per esteso rivendicherà a breve tutta la sua completezza. Almeno per 8 anni la scuola sarà la tua seconda casa, e 8 anni sembrano davvero tanti per chi non ne ha neppure 6.
Vuol dire più tempo di quello in cui sei stato con noi fino ad ora. Oh be' immagino che poi andrai alle superiori, all'università, master, studi all'estero e altre diavolerie che ci saranno nel 2030 o giù di lì. 
Sembra una roba spaziale. Forse farai l'astronauta che a te le nastonavi  son sempre piaciute, o il medico, o l'ingegnere, il giornalista. Professioni prestigiose. Il premio Nobel. Scoprirai una molecola che permette alla gente di non impaperarsi quando deve chiedere l'aumento al capo stronzo.
Sta notte non dormirai, l'emozione sarà tanta ed è un po' anche la mia. Ho promesso di telefonarti nel pomeriggio, così mi racconterai com'è andata. Le prime impressioni. Ripenso al mio primo giorno di scuola, quando si chiamava elementare e non primaria, quando dovevi guardare bene a destra e sinistra prima di attraversare la strada, mica che un brontosauro ti passasse sui piedi. Insomma un po' di tempo fa.
Piansi, e te pareva, niente di strano Nanni, la zia piange sempre. Tira un po' su col naso anche ogni volta che ti saluta: non è necessario che sia la vigilia del primo giorno di scuola per struggersi di bene per te. Per riconoscere dentro di sè tanta nostalgia per quel nipotino pupazzo che ha troppo presto lasciato il posto a un piccolo alunno della scuola primaria, con la cartella trolley di Cars, e l'astuccio sempre di Cars, ma con Saetta McQueen e tu volevi Francesco Bernulli, e la zia mica lo sa chi è Francesco Bernulli, ma per fortuna c'è internet così adesso va a controllare che ai suoi tempi mica c'era google e manco gli zaini trolley, solo la cartella così  http://museodellascuola.blogspot.it/2007/03/astucci-e-cartelle.html
e la sua era rossa fiammante e gliela aveva comprata il nonno e adesso la zia è proprio costretta a mandar giù il groppone, pensando al tempo che fu, non solo a quello di domani.

20 commenti:

leparoleverranno ha detto...

Che dolce zia che sei, mi hai proprio commossa...
Secondo me, se c'è qualcuno che non dorme per l'emozione questa notte, quella sei tu!
Un abbraccio.
Francesca

barbara inthesky ha detto...

Ogni anno a settembre provo la stessa emozione, ma non vado più in prima ;)

Bellssima la cartella! Ce l'avevo anch'io così, ma non ricordo più il colore. Peccato non averla tenuta per ricordo insieme ai quadernini (copertina rossa per Italiano e gialla per Mate che almeno non ci si sbagliava) e all'album delle cornicette.

In bocca al lupo per Nanni e che sia un buon inizio!

mafalda ha detto...

Sei dolcissima :)

Jenisha ha detto...

Ilaria che bel post mi commuovi.

ero Lucy ha detto...

Oh ma che bello... e tu sei pronta zia? Un bacio a Nanni e in bocca al lupo!

Speranza ha detto...

Ma che bella zia! Tutta un'emozione. Auguri a Giovanni.

Rita ha detto...

Che bel post... in bocca al lupo Nanni!

Io invece nessuna emozione,ma neanche l'anno scorso che passava dal nido alla materna... vedremo poi per la primaria!
Unica "concessione" restare in piedi (sono rientrata alle 6.25 dalla notte) per vederla e ovviamente scattare la foto :)
Ed ora... vado a letto? Ma anche no... ormai sono troppo sveglia... quasi quasi ne approfitto e scrappo! :)

Silvia ha detto...

Dolcissima zia Sandra... Sarai preziosa per quest'ometto, per tutta la vita.
Un abbraccione

El_Gae ha detto...

Ecco. Mia nipote inizia oggi il liceo. È nata due giorni dopo che ho conosciuto Silver. Entrambi gli eventi mi sembrano troppo vicini per avere giù 14 anni. In bocca al lupo

raffaella ha detto...

Sper che mio fratello diventi per Daniele, quello che tu sei per Nanni. Spero che abbiano lo stesso rapporto di amore. E che lui ritrovi nello zio un'altra appendice delal sua mamma, della sua storia, del suo passato.
Bello Sandra, bellissimo post. Groppone anche io.
Baci grandi.
Raffaella

Robin :D ha detto...

Che bello il vostro rapporto. Questo post mi ha fatto sciogliere!

Owl ha detto...

Oi oi che mi vengono i lacrimoni anche a me.
Buon primo giorno nanni! E a te zia :-)

tri mamma ha detto...

Buon primo giorno di scuola a tutti i bimbi-Nanni. Come sempre riesci a farmi sorridere e commuovere allo stesso tempo.
Questo è un bellissimo regalo, spero lo stamperai davvero!

La mia cartella era rossa!


Adriana Riccomagno ha detto...

Che emozione dev'essere! Pensa che stamattina mi sono commossa solo a vedere una coppia di amici che accompagnava il bimbo al primo giorno! Tanti auguri al nipotino!!

chiara.bc ha detto...

Prepara un quaderno ad anelli per Nanni, per conservare tutti gli scritti di zia Sandra... e non ci sarà Francesco Bermulli che regge il confronto :-)

Luisa ha detto...

Belle parole cara zia!!!
Io avevo una cartella rossa fragola come quella del museo con l'astuccio uguale e gli ultimi due anni i lacci erano legati con lo spago!!! Altro che brioche!!
Un saluto Luisa

Claire ha detto...

Bellissimo post, tanta commozione e nostalgia per i tempi della scuola: tanta parte della nostra vita. Ripenso agli abbracci materni sulla porta di casa, ai pomeriggi sui libri,alle risate e, più tardi, ai primi amori..In bocca al lupo al nipotino (fortunato) e un bacio alla zia

cuori e perline ha detto...

io avevo la cartella, di colore viola... nessuno l'aveva con un colore così insolito per una cartella di scuola... e pensare che mia madre me la comprò al mercato, quando tutti i miei compagni le acquistavano in cartoleria... ma le loro poi erano tutte uguali....
Non avevamo tanti soldi ma io ero molto orgogliosa della mia mamma che mi aveva trovato una cartella UNICA!
Annamaria

CriCri ha detto...

mamma mia che dolcezza.. ho la pelle d'oca davvero.. questa lettera d'amore è veramente da stampare e conservare per quando Nanni metterà una corolla d'alloro in testa ed avrà la laurea in mano..

missSunshine ha detto...

Hai fatto commuovere anche me!!! che bellissimo post Sandra!! Giovanni è fortunato ad avere una zia come te!! e mi auguro che il suo primo giorno sia stato pieno di emozioni indimenticabili, che magari un giorno potrà raccontare ai suoi nipoti!!...♥♥