lunedì 7 maggio 2012

Me ne infischio di Rè Cetriolo!

www.librerialdrovandi.it/index.../Letteratura-infanzia-e-ragazzi

Riaprendo lo scatolone contenente i miei libri d'infanzia, ho ritrovato tanti gioielli, di cui vorrei parlarvi, perchè vedo che nella blog sfera c'è un gran movimento di mamme sempre in cerca di libri per i propri bimbi, possibilmente capaci di uscire dai soliti schemi. (Cars-Mostri-Hello Kitty). Tuttavia poi ho ragionato, che senso avrebbe proporre un titolo se poi risulta fuori catalogo e quindi introvabile?
Smanetta smanetta, perchè questo è anche un blog di servizio, ho trovato un link fantastico: una libreria situata nel centro di  Bologna che spedisce in tutta Italia, si paga contrassegno (figo, non è che paghi e poi non sai se arriva!!) e ha in vendita, tra gli altri, il libro di cui vi parlo oggi.
Me ne infischio di Rè Cetriolo, uscito nel 1976 per la BUR dei Ragazzi, è stato un successo internazionale importante. Christine Nostlinger è un'autrice tedesca di fervida ed esilarante immaginazione, con molti titoli all'attivo. Narra le vicende di un'allegra famigliola tedesca della medio borghesia, che si ritrova a combattere con una colonia di cetrioli viventi che hanno deciso di soggiornare nella loro cantina. Il figlio, voce narrante, prende le difese degli intrusi, mentre il padre vorrebbe sopprimerli. Da qui le strepitose avventure, accompagnate da accattivanti immagini che si snodano per 136 pagine fitte e travolgenti. L'ho amato moltissimo. Alle elementeri fu uno dei libri che lessi e relazionai in classe, mentre i miei compagni si scompisciavano sulle sedie. E' davvero un capolavoro da non perdere. Ogni capitolo ha sempre una piccola prefazione a sé, che riassume cosa avverrà nel capitolo stesso. E' un giochino simpatico che fece anche Steinbeck nei romanzi di cui vi ho recentemente parlato, per aiutare il lettore nella ricerca a ritroso di qualche passaggio che desidera rileggere. Ve ne lascio alcuni, per condividerne la simpatia, ed invogliarvi all'acquisto.

Cap.   3 - Dove racconto che cosa ho visto nella camera di papà. Dove papà vuole per colazione una cosa che nessun essere umano può mangiare. E dove vede quanto rapidamente si infrange una tradizione.
Cap.   8 - A casa nostra si sta male, come in una casa senza riscaldamento. Sotto l'orologio a pendolo smontato si trova ogni specie di roba. Per questo alla mamma saltano i nervi. Ma poi le tornano a posto.
Cap. 13 - Aspettiamo. Continuiamo ad aspettare. Intanto parliamo anche, s'intende. Siccome è troppo poco per un capitolo, ci aggiungo quello che è successo a scuola il giorno dopo. Perchè è successa una cosa davvero sbalorditiva.

In ogni caso se siete di Bologna o dintorni un salto alla Libreria Aldrovandi vi consiglio di farlo!

PS. A proposito di libri, sabato andrò al Salone di Torino, se qualcuno tra voi pensa di esserci e vuole incontrarmi, mi scriva una mail e sarà un piacere organizzare qualcosa con voi!

6 commenti:

chiara.bc ha detto...

Proprio oggi incontro di lettura con la classe di Anna... poi ti relaziono :-)

Robin :D ha detto...

Grazie per l'ottima segnalazione, sia per il libro che per la libreria.
:-*

Marzia ha detto...

Che bello riscoprire i tesori letterari dell'infanzia, a me capita ogni tanto nella casa in campagna dei miei, dove tutto è stato sistemato alla rinfusa e la ricerca è già da sola una "caccia al tesoro". Questo libro mi ispira molto, provo a cercarlo nelle nostra biblioteca che talvolta offre cimeli perduti ... "Per questo alla mamma saltano i nervi. Ma poi le tornano a posto." Perfetto per me!

missSunshine ha detto...

Ilaria cara, sei sempre così presente e attiva per tutti!! :-) mi sembra davvero bello questo libro, così come il tuffo nel passato che hai fatto ripescandolo nello scatolone!! ah come vorrei esserci a Torino!! ;-( guarda e "sniffa" anche per me!! ti bacio a schiocco ;-)

Alessandra ha detto...

...che bell'idea...m'intriga questo re cetriolo!!!

Arianna ha detto...

Grazie per la segnalazione della libreria ;)