mercoledì 30 maggio 2012

11 domande

Robin - nel nido, simbolino pettirosso tenero - mi ha girato il gioco dell'11 X 4. Avendo già partecipato preferisco limitarmi a rispondere alle sue gentili domande. Magari è curiosa di sapere queste cose di me, e io mica posso deluderla, vi pare? (Se anche voi siete interessati continuate a leggere).

1. Se non avessi vincoli nè problemi di tempo/soldi, dove vorresti essere in questo momento?
In Danimarca, a godermi tutta la luce che in questo periodo deve essere ancora più incredibile di quando ci andai (si era in settembre).

2. Di cosa sei molto orgogliosa?
Del mio tentare e credo riuscire ad esserci per tanti se non per tutti, a rappresentare un punto di riferimento, anche se questo implica un sacco di richieste.

3. Qual è il tuo più bel ricordo d'infanzia?
Assolutamente tutti i ricordi legati al tempo coi nonni in Valtellina e relativi annessi.

4. Qual è stato un punto di svolta nella tua vita?
Questa è facile: conoscere l'uomo che avrei sposato 2 anni dopo il primo appuntamento, quando tutti, io per prima, mi ritenevano destinata ad una vita di singletudine.

5.Qual è un difetto che proprio non sopporti negli altri?
La boria.

6. E un tuo difetto che cerchi di migliorare?
Sono molto influenzabile, cerco davvero di migliorare, temo invano. Questo difetto mi crea un sacco di guai.

7. Un motto che si adatta bene a te o al tuo stile di vita.
"A tutto c'è un limite" lo dico spesso. Ma trovo adatto un motto che diceva sempre mia nonna in valtellinese, che qui vado a tradurvi: "dovrai morire annegato nell'acqua che non hai voluto bere".

8. Qual è la tua lingua straniera preferita? E quale invece non ti piace? Perchè?
Adoro il francese, i francesi dicono "vado a comprare il pane" e sembra poesia. Una volta in Normandia, da una stanza attigua la nostra, arrivavano chiare voci trombesche, ecco fare l'amore in francese era una roba bellissima. Anche se fa un po' voyeur (che vedi è una parola francese!!). Non mi piace la cadenza brasiliana,
cioè il portoghese dei brasiliani, diverso dal portoghese dei portoghesi.

9. Cosa ti piace meno dell'estate?
Anche questa è facilissima: l'aria condizionata a palla, e la ceretta sempre incombente.

10. Cosa vorresti saper fare (meglio)?
Cucinare, non che non sappia farlo, ma c'è ampio margine di miglioramento.

11. Cosa trovi terribilmente noioso?
Il calcio, oddio stan per iniziare gli europei!

Ringrazio la cara Robin che mi ha dato l'opportunità di raccontarmi ancora!

11 commenti:

ElizabethB ha detto...

Ohhh Ilaria condivido tante cose! La Danimarca, il francese, la montagna coi nonni, il matrimonio insperato, la ceretta...WOW

Silvia ha detto...

Uuuuuuuuuh, le 11 domande!!!! E chi se le ricordava piu!!!! Giuro giuro giuro che prima o poi rispondiamo! Com'e' che ti definivi? Cazzona? Ecco, noi siamo 2.

Nora C. ha detto...

Oh lo voglio fare anch'io!!!

Andiamo in Danimarca?! :-)

Robin ha detto...

Grazie per aver partecipato Ilaria :)
Ah lasciamo stare la tortura della ceretta, esco proprio dall'estetista! O_o

Arianna ha detto...

Me l'hanno appena girato!!!
E' molto carino come gioco e alcune tue risposte mi hanno fatta sorridere come quella del portoghese dei brasiliani: la penso come te!!

mafalda ha detto...

Mi piacciono molto le tue risposte :)

leparoleverranno ha detto...

Per me l'estate è la tortura delle zanzare! Il mio profumo estivo è: Eau D'Autan! :-)
E' vero, il francese è tres chic, ma l'inglese è la mia seconda lingua.
Baci.

Vetekatten ha detto...

condivido la numero 11! Avendo vissuto in Svezia, quindi a uno sputacchio dalla Danimarca, confermo che la luce in questo periodo è splendida! ma crea anche un po' di confusione

sfollicolatamente ha detto...

Quanto hai ragione sulla boria, pure io oooodio le persone boriose!

Michela A. ha detto...

Hai ragione ma l'aria condizionata è troppo irrununciabile :-) !!!!

Clara ha detto...

La luce del nord Europa, oh yes, odio anche io l'aria condizionata, la ceretta e la boria. Il francese... adoro troppo l'inglese :-)