giovedì 23 agosto 2012

Una giornata come tante

Ieri ho chiamato Valentina volevo fare la rockstar per metterci d'accordo su alcuni dettagli.
Non ci eravamo mai sentite prima e ha esordito con:
"ma che bella voce hai!"
Ora dovete sapere che il 95% della popolazione globale - me compresa -  pensa che io abbia una voce orrenda. Per cui il fatto che Valentina ricada nel restante 5% ovvero quelli che trovano la mia voce adorabile mi riempie di gioia e conferma ciò che pensavo: è una grandissima! Perchè poi abbiamo parlato proprio bene ecco.
Allora sarà una merenda, orario dalle diciamo 16.30/17.00, che con i frollini si abbina benissimo.
Penso di fare un post dedicato settimana prossima perchè sta settimana, vigliacco Lucifero, non mi legge nessuno.
Fa caldo e non ho molto da dirvi.
Dormo male, mi alzo in qualche modo, bevo un caffè, solite cose di casa prima di uscire. Approdo in ufficio dove è freschino, a volte persino troppo. Stacco alle 13 mi dirigo verso un centro commerciale dove mangio qualcosa e mi strafaccio di acqua tonica. Back alle 14, fino alle  17.30. La ripresa è soft, poche telefonate ma un cliente ieri è riuscito a insultarmi. Rincaso prima delle  18 e affronto altre cose di casa che variano dall'inventare una cena, stirare e pulire. Nel tempo restante tra una doccia e l'altra leggo o bloggo.
O sistemo chiurgicamente il manoscritto.
Siamo davvero a lacrime, sangue e cesello. Ho l'impressione di non aver mai saputo veramente scrivere, ma di essermi solo avvicinata ad un'idea di scrittura, prima d'ora.
Il livello è  rileggere a voce alta frasi come:
- Ma non è questo a renderlo un marito migliore
- Ma questo non lo rende un marito migliore
(che capirete non son poi tanto diverse tra loro) cercando di intuire quale possa essere la scelta migliore tra le due opzioni.  Così per 157 pagine.
Ecco volevo dire io non lo so se Moccia sia mai arrivato a 'sta fase di pulizia estrema nei suoi testi.
Eh, mica per criticare.
Comunque pare che oggi sia l'ultimo giorno di gran caldo. Poi ciao ciao,  non so se arriveranno proprio i pinguini o vivremo beatemante nella landa del clima ideale tipo 25 gradi senza nubifragi.
Ma in fondo chissene. Sono riuscita a scrivere in situazioni estreme, trovando soluzioni per sistemare il pc che non vi stoadddire, per cui faccia un po' quel cavolo che vuole 'sto tempo.
E adesso scusate devo andare al centro commerciale!
Però voi ditemelo se sto facendo l'antipatica illusa di essere una scrittrice seria!

27 commenti:

Chiara_la_Creativa ha detto...

Io ti leggo :)

sfollicolatamente ha detto...

Pure io ti leggo, e sono molto excited di questa cosa con Vale Rockstar!
Sul cesellare ti capisco oh se ti capisco, quante volte avro' riscritto quela maledetta tesi...
(no pero' stirare in questi giorni..Ilaria, dimmi che non lo fai piuuuuu ;-))

El_Gae ha detto...

Ehi, io ti leggo. E leggerò il tuo libro. E anche quello di Polly, se mai lo scriverà. Abbracciala anche da parte mia (che non ho mai avuto la fortuna, ma mi farebbe tanto piacere).

annaelle ha detto...

ciao bella! io sono in vacanza ma a casa... quindi un po' latito e soprattutto poltrisco.
un bacione grande.
P.S. fra le due frasi preferisco la seconda ma in realta dipende dal contesto.

Angela ha detto...

Ma che dici? Non è un illusione, è un sogno con una bella spolverata di realtà (i frollini prima e questo nuovo manoscitto ora) quindi: credici e avanti!!! :-)
Un abbraccio!!

mogliemammadonna ha detto...

tra un furto e crisi varie ti leggo anche io.
Aspettiamo l'uscita del libro!

tri mamma ha detto...

Io spero nella landa del clima ideale... almeno fino a Natale !!!
:)

mafalda ha detto...

Io ti leggo! :) Penso che tu scriva molto bene, molto più di certi scrittorucoli in cui sono incappata in vita mia. Moccia o Volo sono solo la punta dell'iceberg.
Un bacio grande e non stirare più!!

Robin ha detto...

Anche io leggo sempre :)
Tutto sommato non mi dispiace tanto che in giro ci siano poche bloggers (tanto non faccio comunque il pieno di commenti ^^') perchè, dovendo commentare meno, ho più tempo per scrivere.
Che bello l'incontro con Polly! Sono curiosa di sapere come andrà - ma viene lei a MI o scendi tu in Romagna?

Antonella Cattani ha detto...

...e ti leggo pure io!
letta 3 volte a voce alta e...
...e ti leggo pure io, punto!
Grazie per essere passata a vedere le mie card...vero che sono belle?...e chi legge i commenti, cosi tanto per...si astenga...c'è un discorso...dietro...Ieri qui al nord, in serata (dopo le 20.00) c'è stata una prima avvisaglia di cambiamento del tempo, sotto forma di temporale...ha inumidito tutto, bello bagnato...poi un ventaccio antipatico e caldo...e adesso si suda!...e si appiccica...bechhh...
Carissima, mi sa che siamo più o meno, tutte boccheggianti...chi al lavoro, chi a casa...ma le affezionate leggono...e commentano...
Un mega abbraccio
Antonella

Giacomo ha detto...

Anche io ti leggo!! =) Caldo o freddo i frollini stanno bene sempre!! e non vedo l'ora di leggere il tuo prossimo libro!! e sono sicuro che verrai ricompensata della fatica che hai e stai facendo ora!! Sarà bellissimo!

Fra ha detto...

Col caldo, col freddo, tra una camicia e un pantalone da stirare (...come ti capisco!!!) ti si legge sempre e comunque!
...preferisco la seconda frase...
Un bacione!
Fra

MondoLili ha detto...

Anke io ti leggo.. e dal canada! l'altro giorno non riuscivo a commentare .. speriamo questo passi!! Quando arriva il momento ke metti in dubbio tutto vuol dire ke sei full e devi staccare un po!! vai di centro commerciale frollina e non stirare x carita'!! Bacione grossissimo

raffaella ha detto...

Ti leggo anche io e ti capisco. Il lavoro di cesallatura ti sfinisce dentro e fuori. Se poi lo fai con 40 gradi rischi di rileggere la stessa frase fino a non capirne più il senso e chiederti se davvero l'hai scritta tu. Avanti tutta, la fine/inizio è vicina.
Raffaella

allafinearrivamamma ha detto...

oh tesoro, pure io ti leggo sempre perchè i tuoi post mi sanno di semplicità, nel senso di cose semplici, quotidiane, di verità, di vita vissuta. E mi piacciono tanto le tue giornate, spesso corrispondono alle mie solo che io non ho la costanza di postarle.
E poi piacerebbe tanto anche a me scrivere un libro, ma il lavoro da certosina che fai tu, mi spaventa, sono troppo severa con me stessa e non avrei mai il coraggio poi di presentarlo, nemmeno a me stessa.
bacetto afoso.

Adriana Riccomagno ha detto...

Periodo di "labor limae", eh?!?
Ma guarda in quante siamo qui a leggerti!

Clara ha detto...

Io ti leggo, e sempre volentieri perchè hai un grande dono come donna e anche come scrittrice: l'ironia :-)
e quando scrivi in qualsiasi condizione, sudando sangue sulle tue parole, be'... qualcosa significa ;-)

(anche secondo me hai una bella voce)

ero Lucy ha detto...

Toh. Rientrati tutti, guarda quanti commenti?! Scrivilo subito il post, che noi mica vogliamo continuare a pagare pure per quelli che stanno ancora in vacanza. Oh.
In bocca al lupo!! :))

Speranza ha detto...

Ti leggiamo, ma la coda di Lucifero ci sfianca e fa sudare anche le dita sulla tastiera!
Belle le tue novità!

Mariangela ha detto...

Anch'io ti leggo e dopo i Frollini aspetto il tuo nuovo libro!!! Non credo che il lavoro di cesellatura ti debba impegnare tanto, tu scrivi benissimo e noi te lo confermiamo col cuore! Stira poco per ora che fai in tempo a recuprare quando arriva Beatrice ^_^
Un abbraccio

Mariangela

LadeaKalì ha detto...

Presente. Ti leggo anche se sono in vacanza, perché è un autentico piacere. Ma il tuo libro richiama cinquanta sfumatura di malva? No, perché devi avere una latente vena sadica, stirare con 48 gradi all'ombra, figlia mia...

mammaFrancy ha detto...

...io ti leggo sempre (o quasi, via...) anche se nn commento... e poi, scusa... ma te SEI una scrittrice seria...

chiara.bc ha detto...

E anche io ti leggo, mannaggia!!!!
Come fai a dubitarne?
Capisco che 'sti dubbi vengano a me quando a un mio post non trovo nemmeno un commento, ma tu???
Dai non te la tirare, domani è giornata di spolvero della gufantina, non te lo dimenticare :-)
Baci sudati e accaldati, mannaggia a Lucifero, Caronte e tutti i loro amici.

frida ha detto...

anche io ti leggo sempre!
buon lavoro di cesello!
P.S. preferisco la seconda frase.

Gioia ha detto...

Tu, scrittrice antipatica, sappi che anch'io ti leggo sempre!!!
Ovviamente scherzo cara... non vedo l'ora di trovare il tuo libro esposto per poterlo comprare :)

Barbara ha detto...

Sbagli a pensare che nessuno ti legga :) Porsi domande sulle frasi e' da scrittori seri, vedi Flaubert e molti altri ancora viventi :)) trovo che la tua scrittura sia fluida da leggere e decisamente molto ironica, in quanto ai contenuti ;) accomunano le giovani donne di quest'Italia annientata dal caldo. Anch'io, quando scrivo (nn romanzi, ma relazioni e tesine, traduzioni e biglietti di auguri ;), rileggo alcune frasi sino allo sfinimento. Il mio relatore di tesi anni fa mi disse che e' del tutto normale e che capitava anche a lui, docente da lunga data. Quindi... Tu continua pure a scrivere che noi, popolo del web, ti leggiamo :) p.s. La prima frase e' più articolata e riflette molto la lingua francese nella sua struttura, la seconda e' più italica. Buoni frollini a tutte!

EligR@pHix ha detto...

Ti leggo anch'io, anche se non così spesso perché marito appena mi vicino al computer diventa un po' isterico ....