venerdì 15 giugno 2012

Dei SE e dei MA

Avevo in mente tutt'un altro post. Magari lo scriverò domani, magari mai. Lontani anni luce i tempi in cui avevo nella bacheca 13 post programmati e 8 in bozza (sto esagerando ma neanche tanto). L'approccio è di nuovo cambiato: il blog è il mio flusso di coscienza, pubblico qualcosa invece che parlar da sola, o al limite coi gufi in vetrina, e mi pare un gran passo avanti.
Dicevo, altra settimanaccia, si è rotta la frizione dell'auto mentre mio marito era su una delle strade più trafficate di Milano per andare in banca a pagare l'Imu. Pare una barzelletta.
Sto scherzetto più una revisionata all'auto ci costerà un botto, per cui nella mia testa è cominciato il tormentone dell'avremmo dovuto cambiare la macchina invece che rinnovare la sala. Il solito giochetto idiota dei Se e dei Ma, quello che ti manda ammmale. Quello dell'avrei dovuto fare l'accademia per parrucchieri
(intanto approfitto per ringraziare Adriana che mi ha insignto del premio colors. Prevede che io elenchi 3 lavori che avrei voluto fare. Facilissimo la parruccchiera e l'editore mi pare non necessitino alcuna spiegazione, per il terzo, riguarda l'altro post che ho in mente per cui rimando). Se avessi fatto la parrucchiera non avrei conosciuto mio marito, uhm no, questa cosa non mi piace affatto. Se avessi cambiato l'auto, avremmo comunque dovuto imbiancare perchè quelle macchie proprio non si potevano vedere, per cui avremmo fatto uno stupido lavoro a metà...
Se io chiudessi questo post un po' in fretta, mi resterebbe il tempo di pulire casa come ogni venerdì sera, senza trascinarmi fino ad orari impossibili.
Col senno di poi vivremmo tutti ricchi e felici, perchè conosceremmo i numeri giusti da giocare al superenalotto, sapremmo in anticipo che il biondino della V C è uno stronzo che al venerdì non gioca a basket ma si tromba la nostra migliore amica, e invece quello lì un po' sfigatello con gli occhialoni, domani metterà le lenti a contatto e diventerà un brillante uomo d'affari pieno di fascino, desideroso di metter sù famiglia con una ragazza seria.
Gli acquazzoni non ci sorprenderebbero mai senza ombrello, ma forse dentro al portone in cui siamo corse a ripararci abbiamo trovato proprio lui, il nostro Mr Right!

Il senno di poi quindi  potrebbe metterci al riparo dai temporali, ma forse vivremmo una vita in fuga, senza tuffi al cuore, senza rischi, per cui credo che in definitiva non mi interessi.
E adesso Ilaria marsh a spazzare!

14 commenti:

chiara.bc ha detto...

SE avessi fatto la parrucchiera, non avresti scritto i Frollini e quindi conosciuto tante blog amiche.

SE non avessi cambiato la sala quei poveri pennuti sarebbero senza gufantina.

MA con la macchina nuova ti puoi comunque prendere a piedi (legge di Murphy, sicura al 100%... la sfiga ha una vista formidabile).

Buon venerdì sera!

Silvia ha detto...

Quanto è vero questo post! Diciamo che forse ci sono dei periodi in cui uno avrebbe bisogno di conoscere un pò di quel "senno di poi", mentre invece vede solo nebbia fitta e deve lanciarsi nel vuoto... mentre invece ci sono altri periodi in cui quando il treno va tranquillo smaniamo per non avere un piccolo brivido di imprevisto. Per ora io sono nella fase "Basta imprevisti grazie, vorrei tanto un pò di senno di poi in anticipo"... ma giustamente, non zi può.

PdC ha detto...

Come sono d'accordo con te.
Anch'io a volte ho dei post lì pronti, ma poi ci sono delle sensazioni che ti travolgono e senti l'urgenza di esprimerle più di qualsiasi bell'esercizio.
Oggi mi metto in vacanza, niente pulire, niente sgobbare, la scuola è finita e si va al mare!

Gioia ha detto...

Come diceva il buon Claudio Baglioni "la vita è adesso"...
Ed è bello viverla momento per momento senza troppi MA e SE, perchè ci fanno solo venire il nervoso.
Se nel momento che abbiamo preso una decisione, ci sembrava quella più giusta, va bene così!

Gioia ha detto...

.... Se nel momento in cui abbiamo preso una decisione......


Scusa l'itaGLIano del commento precedente ;)

tri mamma ha detto...

Se tu non avessi rinnovato la sala, l'auto non si sarebbe rotta!
Sicuro al 100%!

apinaperniciosa ha detto...

La vita col senno di poi non piace nemmeno a me, ma le macchine che ti tradiscono nei momenti peggiori mi mandano in bestia!

mafalda ha detto...

Le cose migliori della mia vita le devo al Caso, il senno di poi non fa per noi!
Un bacio.

Libby ha detto...

Ogni tanto penso anche io a questa cosa dei se e dei ma... ma come hai ben detto, si perderebbe tutto il fascino della vita, i colpi di scena, i tuffi al cuore e le sorprese... certo, anche quelle brutte che ci piacerebbe evitare. Come si dice di solito? C'est la vie!
Un bacione e buon week end!

Jenisha VolareLiberi ha detto...

ahahah ( mi hai fatto ridere) ciao Liebe immer!!

Jenisha VolareLiberi ha detto...

Troppo forte sto post:-) ahahah

raffaella ha detto...

Il problema è che noi donne diciamo sempre "ah, se lo avessi saputo prima" ma poi al dunque, anche se lo avessimo saputo prima, avremmo comunque fatto la stessa identica cosa. E' che siamo fatte così, costanti negli errori fedeli alla nostra atavica disobbedienza. Rimangeremmo sempre la stessa mela!

Arianna ha detto...

Ahhh, quanti Se e quanti MA nella mia vita!!
Non riuscirei mai a contarli....
mi ci hai fatto giusto riflettere...

ClaudiaC ha detto...

con il senno di poi la vita sarebbe noiosissssssssima!
smack
ClaudiaC