venerdì 20 luglio 2012

L'ombra delle sconfitte sul rientro

E' stata una settimana con pochi sprazzi piacevoli. Mi sono fermata più a lungo in ufficio per smaltire l'arretrato, così non ho smaltito l'arretrato di casa, dove ho vissuto bendata per non vedere i resti della vacanza un po' ovunque, e la polvere implacabile. Avere una doppia personalità Ilaria/Sandra non mi consente di essere in due posti nello stesso momento, ma mi sto attrezzando. Ieri sera ad esempio ero ancora alla scrivania alle 19.20 ma dovendo essere in P.za Wagner 40 minuti dopo, per una pizzata con mio nipotino (e i di lui genitors), con l'esigenza di passare da casa prima, in effetti ho quasi pensato di potercela fare ad essere in ufficio e in pizzeria contemporaneamente.
Il salto a casa a cambiarsi era necessario, avevo un abito troppo stretto, di quelli che non osi buttare perchè ricco di ricordi (lo indossavo al primo appuntamento con mio marito!) e ho capito che la crisi del settimo anno ha colpito in pieno il vestitino, che mi tirava (è smanicato) sotto l'ascella per cui sono stata tutto il giorno con due lame conficcate nelle braccia. Uno non è che sta a pensare di essere ingrassato il quel punto, vi pare?
E poi c'è il contorno, dal quale vorrei scappare, telefonate che scivolano nell'angoscia. Mani che si staccano dalla staccionata, tentando di pattinare al centro del laghetto,  il ghiaccio si spacca sotto i pattini, l'acqua gelida mi divora.
Adesso sono già in ufficio da 20 minuti, ho guardato alcune fatture, mi sono girate le palle subbbito e ho aperto blogger.
Lo smalto va via in fretta. Certa rabbia no: la frulli al mattino con la tristezza e te la bevi piano, sorseggiando ogni ricordo di speranza bruciata e di ingiustizia pesante. E' lo stesso beverone amaro di quelle come me, che tanto noi c'abbiamo un sacco di tempo per gli aperitivi.
Nel week end spero di postare ancora qualche bella foto della vacanza, di perdermi con voi in quelle immagini.
Vi abbraccio.

11 commenti:

Gioia ha detto...

Non disperare cara... Ti abbraccio!!

raffaella ha detto...

A me sembra di essere ingrassata anche sul dito mignolo del piede destro. Evito pure di mettetere i sandali! Quando ho queste giornate cupe da rientro, sogno il prossimo viaggio e magari mi metto via pure dieci euro, così tanto per credere che sto facendo qualcosa per regalarmi un weekend o un last minute al volo.Per il gelo dentro invece, solo un fortissimo abbraccio.
Raffaella

chiara.bc ha detto...

Non sei ingrassata tu, è calato il vestito... si sa, con i lavaggi :-)
Tieni duro, è venerdì, questa sera sei di spolvero gufi? Ti penserò tanto e magari magicamente la polvere si toglierà da sola (se funziona la settimana dopo mi ricambi il favore però!)
Baci

Robin ha detto...

Ci credi che all'ultimo evento, a forza di stringer mani a destra e amanca, mi sono accorta di avere la "carne pendula" sotto al braccio? E' stato uno shock :_(
E comunque il lavoro può stressare tanto che neanche ti godi le vacanze come dovresti, com'è accaduto a noi a Parigi... difatti è da quando sono tornata alla scrivania che sperimento il distacco consapevole: ovvero cazzeggio su blogger ;) Ogni tanto ci vuole, no?

ClaudiaC ha detto...

anch'io a volte vorrei essere in due posti contemporaneamente (ma MAI uno dei due è l'ufficio! ;-))....

un abbraccissimo scioglighiaccio e non vedo l'ora di vedere nuove foto della vacanza, sono curiosissima!

supersmack a entrambituttiedue!

ClaudiaCaprara

Libby ha detto...

Ciao Ila, la tristezza a volte ti prende alla gola con le mani e non ti lascia andare, ma con la forza e con il sole, col week end e con l'amore, si sopravvive, sempre. Poi, per noi donne è quasi un'abitudine. Una sensibilità messa alla prova, si diventa delle rocce, fuori.... e tenere e fragili dentro.
Ti abbraccio cara.

raffaella ha detto...

Un premio ti risolleverebbe il morale?
Passa da me.
Raffaella

Clara ha detto...

Oh. Mi dispiace, ma lo smalto cerca di metterlo sul cuore, cara Ilaria, è quello che sto facendo io in questi giorni. Il tempo, là fuori, erode qualsiasi certezza, ma la lucina del cuore resta accesa. Attendo le foto estive, che l'azzurro dei tuoi occhi brilli, nonostante tutto.

mafalda ha detto...

Mi dispiace tanto.

EligR@pHix ha detto...

Almeno tu le hai fatte le vacanze. C'è chi, come me, non se le può proprio permettere, e non per motivi economici (beh, anche quelli), ma a causa dei problemi di salute del marito, sob ... comunque non passerai mica tutto il weekend a pulire casa? No, dai, prenditi qualche momento di pausa, goditi l'estate cittadina e coccolati un po'. :)

ero Lucy ha detto...

A volte si parte pur avendo problemi in testa e fuori. Ma comunque.
Io lascerei ancora quei bagagli che profumano di mare un po' in giro per casa. Cosi'. Magari annusarli fa bene.
Ti abbraccio forte.