martedì 8 novembre 2011

Blog life ma anche no

Il mio modo di vivere la blog sfera è in continua evoluzione. Il problema causati da blogger per cui commentare mi è stato impossibile forse mi ha offerto una nuova dimensione. Ora posso commentare tutti, ma spesso la procedura è: scrivo il commento, digito l'account, lo rifiuta, clicco qui, scrivo la parola di verifica, ridigito l'account, posto il commento....lunghino vero?
Per questo laddove è consentito scelgo l'anonimato firmandomi.
Questa scelta comporta 2 problemi:
A non linko il mio blog per cui se, come è capitato, qualcuno apprezzando un mio commento volesse arrivare al mio blog è impossibile
B chiunque potrebbe firmarsi Ilaria Pedra o Ilaria Frollini e spacciarsi per me, facendo danni.
Ora se pensate che questa opzione sia pura follia, ok lo è, se vi ho dato un'ideona ... don't do it!!
Ma torniamo al punto A, ebbene il fatto che un mio commento da anonimo non produca possibili nuovi contatti non mi importa più. Sì perchè credo davvero di essere oltre alla fobia di farmi conoscere.
Non ho più quella sindrome ossessiva compulsiva che prevede il pattinaggio più selvaggio senza rete di protezione, in cui le allegre scorrazzate sono interrotte da colossali capitomboli.
Tipo: gente che mi contatta per l'operazione frollini ghiacciati (voglio i ghiaccioli!!!!) e/o frollini natalizi, ma poi non manda la mail per l'ordine. Benissimo, capisco che leggere il mio libro non sia prioritario per l'umanità ma io ho perso tempo a rispondere a questa gente e non mi piace.
Tipo, lo ripeto, lasciare commenti mai ricambiati.
E se raramente partecipo a blog candy è perchè non solo non vinco mai (presumo che non vincerei neppure se partecipassimo in due!) ma perchè se per farlo devo cliccare mille cose, linkare, followergiare, ecc. onestamente mi scappa la voglia. Non è snobbismo, è che non mi interessa fare massa. Preferisco la nicchia, il negozietto sotto casa, al delirio del centro commerciale.
Insomma chiesse: io sono over, in una fase successiva.
Sono andata oltre lo schermo, ho avuto un sacco di edificanti blog incontri. Ho investito risorse per cercare la persona che c'è in ogni blogger.
E ho trovato una fantastica e imprevedibile realtà che, sinceramente, mi basta.
Potrà ricapitare di incontrare blog nuovi, mica li evito, chi arriva qua è sempre benvenuto, però gestisco diversamente la mia vita di blogger, credo in maniera più umana e meno virtuale.
Se questo vi pare un poSTronzo mi spiace davvero, non era l'intenzione, anzi: voleva essere un tributo a chi mi segue, perchè io sono felice di poter a tutt'oggi collegare una persona ad ogni commento.

- Modifico il post aggiungendo che mi spiace che il primo commento sia di delusione, ma non ne capisco la ragione. Ho sempre detto che ho aperto il blog per promuovere il mio libro, e poi nel tempo le cose sono cambiate totalmente, non era un mistero tipo Sacro Graal che viene svelato.
Io sono questa, anche molto diretta nella mie affermazioni, onestamente mi piacciono anche poco i blog in cui la gente passa tutto il tempo a complimentarsi reciprocamente. Ricevo circa 20 mail al giorno di blog amiche, rispondo a tutte. E in questi giorni ho ricontattato le blogger genovesi (e mi scuso se ne ho dimenticata qualcuna) via mail per sapere come stavano. Non è che voglio lodarmi, faccio quello che mi viene dall'anima, e oggi mi è uscito questo post. Antonella e anche altre che si sentono deluse dalle mie parole, la mail è bella visibile, scrivetemi e ne parliamo se vi va.

23 commenti:

antonella ha detto...

Posso essere franca.... mi delude un pò questo tuo post... pensavo che la tua vita sulla blogsfera come la definisci tu, fosse incentrata su altre motivazioni, poi se il tutto contribuisse a spingere il tuo romanzo e alla crescita dei tuoi contatti.... beh pensavo fosse un corollario non l'obiettivo primario!! Forse sono stata fuorviata da questa voglia che ben descrivevi nella conoscenza dei blog incontri.... Ma guardiamo al lato positivo della faccenda l'atteggiamento è cambiato.....

Rita ha detto...

io penso che nella vita si cresce... si cambia... hai iniziato per un motivo (ben venga!) come tutte del resto (se siamo nella blog sfera è perchè abbiamo qualcosa da dire/mostrare!) e adesso vai avanti per altri... meglio, peggio? DIVERSO!
Per i commenti... che palle tutto quel traffico che devi fare!
Per i blog candy... meglio... una concorrente in meno! ahhahahahah
Comunque sono contenta di esserci... e che ci sei.. e che ci siamo incontrate... in attesa dell'incontro reale :)

VERONICA ha detto...

A me non interesse PERCHE' hai un blog, mi interessa di più quello che ci scrivi. Se hai un blog è perchè hai qualcosa da mostrare, come tutte noi. Se quello che fai piace, bene, avrai commenti. Altrimenti, pace, non cambia niente, la tua vita non dipende dai commenti ricevuti o dalle amicizia o dalle followers, vale per quella che è. Personalmente, da quando ho un blog, sono contenta non solo perchè qualcuno apprezza i miei piccoli lavori, ma perchè ci sono delle persone che sento amiche, anche se non le conosco. E questo mi basta.

Lisa ha detto...

Io credo che la blog-sfera sia come la vita al di fuori, magari un po' più allargata...ma una volta che si trovano quei blog interessanti da seguire, si seguono quelli, ogni tanto se ne trovano altri, ma è un po' come le amicizie..non è che si cerca di conoscere più persone possibili senza poi frequentarle...ed il tempo a disposizione è sempre quello, non aumenta in base ai followers o ad altro... ognuno ha le sue ragioni per avere un blog (beh io non so nemmeno esattamente perchè ne ho uno, forse per condividere i miei hobby con qualcuno boh)...per quanto riguarda i commenti, io ho notato che se tengo aperto il mio account su una pagina, e poi voglio scrivere commenti sui blog (aperti in altre pagine), mi tiene in automatico l'identità, non devo autentificarmi ogni volta...

Nora ha detto...

Anche a me non interessano i motivi del perché si è aperto un blog, nel tuo caso è bello leggerti. Punto! Concordo sul traffico per lasciare un commento, è un po' noioso dover inserire codici su codici, ma d'altronde ognuna/o sceglie come gestire al meglio la sua blog sfera e va' rispettato, visto che questo è il servizio che papàblogger ci offre! Poi, credo... E qui prendo spunto da Antonella, che chiunque apra un blog abbia, anche inconsciamente, il desiderio di spalmarsi sula rete! Che male c'è? Secondo me nessuno, un po' di sano egocentrismo ci sta! Poi ti ammiro che tieni vivo il rapporto di blogamicizie anche al di fuori della rete. Mica cotica! Io no, non ho (ancora) incontrato nessuno, ma cerco di rispondere a tutti e mantenere vivi i contatti. Penso debba essere la "normalità" se si vuole essere letti e leggere gli altri, chiudersi a riccio non è edificante (parlo sempre rivolta al mondo blog!)... Poi è anche vero che anche il discorso che fa' Veronica è giusto... E sottoscrivo Lisa in pieno... Si potrebbe stare molto a parlarne... Ecco! Abbrazz -Nora*-

chiara.bc ha detto...

Ma allora lo hai fatto per vendere libri?????????????? Oddio!!! E io come una polla che li ho comprati, sia ghiacciati che natalizi... sono proprio cretina!!!!
Non mi sono accorta delle tue subdole intenzioni...

Ah ah ah, grazie per questo momento di sana allegria in una giornata incasinata! Se qualcuno ti fraintende o vuole fraintendere per la sindrome del gattino in autostrada o non legge con attenzione quello che scrivi: in entrembi i casi la cosa migliore è POTARE!
Il tempo è prezioso, per tutti, i commenti e le mail sono una bella cosa (anche splendida, soprattutto se c'è qualcosa da dire oltre al "bello" ""bellissimo" ecc...), ma non devono assorbire completamente il tempo che dovremmo occupare a VIVERE!

P.S. allora se partecipi al mio candy... è proprio ♥!!!

Nora ha detto...

La rete ci bombarda con tantissimi stimoli, credo che dopo un po' sia inevitabile trovare una propria dimensione, chiamiamola pure di nicchia... magari lasciando sempre aperta una porticina per il nuovo che potrebbe arrivare.

A me piaci così e non mi sono mai posta il problema!

Speranza ha detto...

A me questo post piace molto. Un po' perché sono le riflessioni che ho fatto anch'io. Meglio coltivare il nostro orticello con cura. Ognuna di noi ha i propri motivi, pubblicizzare qualcosa o se stessi, comunicare i propri stati d'animo. Tutto va bene. Poi sta ai nostri lettori la decisione se seguirci o meno.
Un abbraccio.

antonella ha detto...

Ad Ilaria scriverò in privato per spiegare il mio commento. Vorrei solo precisare una cosa: io non ho contestato il motivo per cui lei ha aperto un blog... ho solo detto onestamente che mi ero fatta un'idea del suo modo di VIVERE il blog diversa, tutto qui.

Owl ha detto...

Bellissimo post. Mi ci rivedo. Anch'io preferisco il negozietto sotto casa e soprattutto mi piace riconoscere la persona che c'è dietro al commento o al post. E ecco, se qualcuno venisse da me a scrivere con la tua firma credo lo smascherei subito!

Fra ha detto...

ciao! innanzitutto: sono riuscita a postare un commento! wow! ultimemente ci riesco una volta su 10...e non di certo perchè io sia imbranata col pc...noooo!
poi sono contenta che tu abbia iniziato il tuo blog con l'intenzione di vendere il tuo libro, altrimenti probablmente non ne sarei venuta a conoscenza.
Secondo sono ultra contenta di aver fatto in questo modo la tua conoscenza!
quindi BRAVA sotto ogni punto di vista!
ciao ciao Fra

ILA ha detto...

Mi rivedo moltissimo nel tuo post, cara.
Scrivo pochissimi commenti, e me ne dispiaccio, perchè ho poco tempo, per pigrizia o per pensieri troppo sconclusionati per esser messi per iscritto....
Sono affezionata ormai a "Poche ma Buone" e non mi importa di avere 5, 20 o 70 followers: mi importa delle vostre mail (oddiooo, anche lì rispondo sempre così poco...soooorrryyyy!!!) e dei rapporti che abbiamo creato!
Il tuo libro: io l'ho richiesto, è arrivato, l'ho letto, mi è piaciuto moltissimo e mi ha fatto fare anche delle risate fantastiche, ma tutto questo non perchè tu avessi fatto chissà cosa per sponsorizzarlo e 'imporlo', anzi!
Quindi...ripeto, mi ritrovo in questo tuo post, e secondo me non sbagli ad esser come sempre sincera e limpida! E' la tua bellezza.
Non chiedere scusa.
Bacio

Clara ha detto...

A me questo post piace. Credo che il blog sia una casa virtuale, e uno la gestisce come vuole, o come sente, a seconda dell'umore. Allora può essera tavola da pranzo, salottino intimo, vasca da bagno, persino scale e ascensore. E perchè no? Vetrina e vetrinetta. Ti capisco, e approvo in pieno. Baci e a presto

Cristina ha detto...

Per me leggere il tuo blog (e commentarlo raramente!!! ;P) è un piacere... Non mi interessa perché e percome, mi piace e basta. A volte mi fai fare una risata, a volte mi fai riflettere, basta così.
Baci.
C.

annaelle ha detto...

Cara Sandra a me piace leggere quello che scrivi, sono felicissima di averti conosciuto di persona ed è sempre una grande gioia quando ti re-incontro anche solo per 5 minuti. Non vedo nessuna incoerenza in quello che scivi se non, come a tutte le persone capita, hai cambiato modo di vedere il blog e questo riguarda solo te.
Mi piace che sul tuo blog si possa leggere qualcosa e, come ha fatto antonella, se ci si sente deluse di potertelo scrivere senza che tu cancelli messaggi o togli il blog-saluto, anzi, inviti a scriverti per un chiarimento... ce ne fossero di più di persone schiette come te ci sarebbero molti meno casini in giro.

annaelle ha detto...

p.s.
sono riuscita ad inserire il commento al primo colpo!

Valentina ha detto...

Ognuno in fondo è libero di fare cio che crede..l'importante e non farsi prendere dall'ansia..poi sono convinta che anche non si puo dire che è una questione di pelle..io posso dire che a volte ci sono persone interessate alla moltitudine per farsi pubblicità..quello che a volte non digerisco..e mi è successso..ti mandano una mail per dirti seguimi che io lo faccio con te e poi in realtà nisba!!

ps:il tuo libro non l'ho comperato e non lo compero ma la mia biblioteca si ..a distanza di qualche giorno finalmente lo leggo..troooppo curiosa.

RobbyRoby ha detto...

Ciao Ilaria
un mega salutone.
Io penso che ognuno gestisce il blog come vuole.
A me piace quello che scrivi e si vede che sei una persona sincera e scrivi col cuore.
Non so se ti è arrivata l'email dove ti ho scritto che non so a che ora arrivo a Milano domani, dipende anche dall'ora che mi alzo.....al mattino quando non lavoro dormo un po' di più.
Sai ho visto in foto la vetrina di tua sorella , che bella colorata di rosa.

ely ha detto...

Ciao Ilaria, il tuo post mi è piaciuto, perchè è SINCERO!!! Ognuna di noi è libera di esprimere le proprie opinioni, tu non hai mai nascosto che la tua avventura del blog è nata per promuovere il libro e poi si è evoluta...è bellissimo conoscere le blogger di persona però a me piace anche immaginare una persona anche solo da quello che scrive!! Per i commenti ultimamente ne lascio pochi, sarà che si avvicina il Natale ed il tempo è sempre meno, però i post li leggo tutti e cerco di commentare quando veramente HO QUALCOSA DA DIRE!!!
Detto questo posso dirti che se cambi browser (io firefox) non avrai più problemi a lasciare commenti!!! Buona serata!!! Elisa

Marica ha detto...

mi piace la tua schiettezza :-)
d'altra parte e' casa tua ;-)

io, qui a casa mia, ho alti e bassi... la maggior parte del tempo mi dedico con tutta me stessa al blog e alle emails e alle persone virtuali che diventano reali... poi ci sono anche volte che invece non ho voglia di scrivere e vorrei rifugiarmi in un eremo... mah...

tri mamma ha detto...

Ciao da Ilaria Pedra!!!
(fichissima 'sta cosa... se qualcuno ti sta sulle balle, spari un sacco di cazzate sulla blog-sfera così diventa antipatico/a a tutti!!! non ci avevo mai pensato! sei troppo avanti!)

Il libro... poverino ... dopo averne sbranato una bella fetta ... giace sul mio comodino col ghiacciolino a metà! sorry!
E' che è un periodo un pò così (di cacca e di menate, mie) e ... volenti o nolenti ... mi piace pensare che "giustamente" i blog ci riflettono per quello che siamo! La reciprocità nelle amicizie è quella cosa che le tiene a galla! Non penso che la blog sfera sia diversa.
Per i commenti, ora faccio meno fatica, ma anch'io nei momenti in cui dovevo fare i salti mortali, mandato tutto a quel paese e spegnevo! un bacio.
La vostra Ilaria (che oltretutto è un nome che mi piace assai!)

katia ha detto...

Cara,ma ognuno a casa sua fa come gli pare o no?????
Io non ti ho scelta,ci siamo incontrate per caso (che bel caso!!!),ma mi piaci sempre,quando sei allegra,quando brontolona,quando arrabbiata,quando giocosa......
quando si incontra qualcuno bisogna conoscerlo,poi si sceglie se continuare l'amicizia o no,ma non si critica mai quando qualcosa ci delude,perche se fa parte del suo essere o lo accettiamo o lasciamo perdere...
Il tuo blog è bello perchè quello che posti ti rispecchia,rispecchia il tuo stato d'animo del momento,i tuoi pensieri,e questa è pura sincerità.....
Io ti voglio così...
baci baci Katia

missSunshine ha detto...

ilaria cara, concordo a pieno con chi ti ha detto che questo spazio è tuo e tu sei libera di dire e fare quello che senti...e chi vuole leggere e condividere è benvenuto altrimenti pazienza...non si può piacere a tutti! e se qualcuno non ricambia le tue attenzioni e il tuo affetto non perderci tempo...
e poi noi siamo in continua evoluzione nella vita reale come in quella virtuale in base agli umori, ai momenti,alle riflessioni ed è giusto così...
so che tu ci sei. e io per te.
un abbraccio tesoro!
a prestissimo!♥